Linee guida per la refertazione della citologia patologica

Nel descrivere le caratteristiche dello spettro delle lesioni squamose e ghiandolari nella citologia e istologia cervicale è essenziale usare una terminologia compresa da chiunque è coinvolto nel processo di screening e che i risultati possano essere comparati a quelli di altre regioni o paesi.

La maggior parte del mondo usa la terminologiaBethesda (Nayar & Solomon 2004),che distingue le lesioni intraepiteliali squamose di basso grado (LSIL) dalle lesioni di alto grado (HSIL) e dalla neoplasia; descrive inoltre categorie equivoche di cellule squamose atipiche e ghiandolari dove una distinzione netta tra benigno e alterazioni precancerose non può essere fattacon certezza.

Figura 9a-2. Lo spettro delle anomalie citologiche (Figura 1 da Herbert 2004)

 

Le linee guida europee consentono delle variazioni della terminologia esatta (per es. tra displasia e discariosi e tra atipico e borderline) ma la loro raccomandazione che “tutti i sistemi terminologici dovrebbero essere traducibili nelle categorie usate dal  TBS” è il principio usato in questo capitolo (Herbert et al. 2007; Arbynet al. 2008). Di seguito è riportata una tabella che compara il TBS con altri sistemi ben conosciuti usati storicamente per la citologia cervicale.

Denton et al. (2008) forniscono una correlazione più dettagliata tra TBS, UK e sistema australiano, in una pubblicazione che porta il sistema UK più vicino al TBS.

Figura 9a-3. Tabella 1 dalle raccomandazioni europee per la terminologia della citologia cervicale  (Herbert et al. 2007.)

 

Nella tabella sottostante 9a-1 vengono semplificate le differenze terminologiche per le alterazioni delle cellule squamose. Successivamente in questo capitolo verranno correlate le categorie ‘borderline’ e ‘atipico’ (figura 9a-4).

Tabella 9a-1. Correlazione delle categorie istologiche e i sistemi Bethesda e UK per la terminologia citologica.

Istologia

CIN1/HPV

CIN2

CIN3

AIS, CGIN o adeno-carcinoma

SCC

Istologia o citologia

Displasialieve

Displasiamoderata

Displasiasevera

CIS

AIS

Neoplasia

TBS (citologia)

LSIL

HSIL

(‘più CIN2’ or ‘più CIN3’)

AIS o adeno-carcinoma

Tumoreinfiltrante

UK system (citologia)

Discariosi di basso grado

Discariosi di alto grado (moderata o severa)

Neoplasia ghiandolaresevera

Discariosisevera ?infiltrante

 

CIN, neoplasia intraepiteliale cervicale; AIS, adenocarcinoma in situ; CGIN, neoplasia intraepiteliale ghiandolare cervicale; SCC, carcinoma squamocellulare; CIS, carcinoma in situ, TBS, the Bethesda system; LSIL, lesione intraepiteliale squamosa di basso grado; HSIL, lesione intraepiteliale squamosa di alto grado 

Lesione intraepiteliale squamosa di basso grado rispetto ad una di alto grado

  • Il Sistema Bethesda fa una distinzione netta tra LSIL, HSIL e carcinoma piuttosto che usare tutto lo spettro di lesioni dall’infezione da HPV al carcinoma rappresentato in  Figura 9a-2.
  • Il razionale per semplificare lo spettro in LSIL e HSIL è spiegato di seguito.

Reversibilità di LSIL

Studi di follow up e l’analisi molecolare hanno dimostrato che LSIL è strettamente correlato all’infezione reversibile da HPV ed è di solito (ma non sempre) associato con HPV episomico piuttosto che al virus integrato nel genoma dell’ospite. Questo significa che LSIL puù essere razionalmente trattato come una lesione potenzialmente reversibile anche se porta con sè un rischio di progressione ad HSIL. La classificazione BSCC concorda con il TBS che l’infezione reversibile da HPV non può essere distinta in modo affidabile dal CIN1 e raccomanda di trattarli come se fossero un unica entità (Denton et al.)

 

Rischio di progressione di HSIL

HSIL, comprendendo la displasia/discariosi moderata e severa (correlato con un CIN2 e CIN3 all’istologia) può essere considerato una condizione sufficientemente ad alto rischio di invasione per autorizzare ulteriori analisi e l’ablazione o l’escissione.

Perciò, sebbene le alterazioni citologiche e istologiche sono un continuum tra CIN1 e CIN3, HSIL dovrebbe essere considerato un evento relativamente infrequente originando in uno sfondo di LSIL che è più frequente e potenzialmente reversibile.

 

CIN2/displasia moderata/discariosi

Siccome le alterazioni istologiche e citologiche sono un continuum, la displasia moderata (CIN2) è una categoria intermedia, con una probabilità più alta di regressione del CIN3, il che giustifica la sua distinzione dalla displasia severa ma viene trattato come una condizione a rischio di progressione (Castle et al. 2009; Holowaty et al. 1999).

I risultati della discariosi moderata e severa nel programma di screening cervicale inglese (con citologia tradizionale e su base liquida) supporta chi preferisce separare l’HSIL in casi più a favore per un CIN2 o CIN3 e la discariosi di alto grado in moderata e severa.  

Figura 9a-4. Correlazione tra i gradi di discariosi e il risultato di (a) citologia convenzionale e (b) citologia su base liquida  nel programma di screening cervicale in Inghilterra (Figura 1 da Blanks & Kelly 2010). 

 

X